Home » Analisi » Analisi – Parte 7 Come evitare l’alienazione informatica

Analisi – Parte 7 Come evitare l’alienazione informatica

Il rischio di sentirsi SOLI o di VOLERSI NASCONDERE nel nostro mondo DIGITALE è molto SERIO e REALE.

Foto di wgbieber da Pixabay

Sebbene TU sia connesso al mondo, può capitare che ti trovi da SOLO seduto in UNO STADIO da 100.000 posti o che la nebbia ti occluda il cervello

Foto di Stefan Keller da Pixabay

question?: Forse è ANCHE perchè stai USANDO NON BENE, lo strumento che hai in mano, ovvero lo smartphone?

Può essere sai… Rispondi a queste semplici domande

  • prediligi sempre e solo la forma scrittura testo nei tuoi messaggi?
  • da quanto tempo non mandi una foto con il tuo viso, la tua espressione facciale, ad una persona che senti vicina?
  • perchè non scegli il messaggio vocale, non ti piace la tua voce? registrane subito uno e mandalo a chi pensi di VUOLE BENE
  • raccontati, come TU fossi seduto/a accanto a quella persona, nello stesso istante e nello stesso luogo
  • imponi all’altra persona di fare altrettanto, o se sei all’interno di un gruppo, a tutti i suoi componenti di fare altrettanto
  • un messaggio, non vale nulla se non è orale; un messaggio scritto può essere digitato ovunque e non trasmette lo stato d’animo di chi lo scrive; è vuoto perchè non puoi sentire il pathos emotivo della voce di chi te lo ha scritto
  • usa ti prego, i messaggi scritti, solo per dare indicazioni, eventualmente per ordinare qualcosa, o per alert ed emergenze

Gli UOMINI sono NATI per PARLARE non PER DIGITARE dentro UNA TASTIERA

Foto di Caique Silva Fotografo da Pixabay
Foto di 272447 da Pixabay
Foto di Pexels da Pixabay
Foto di glidagida da Pixabay
Foto di Pexels da Pixabay

Vi siete mai chiesti perchè, parlare CON UN MEDICO, trasmetta tranquillità anche quando STATE MOLTO MALE?

Semplicemente perchè VOI PARLATE e LUI VI ASCOLTA, sente il VOSTRO RESPIRO, vi misura la pressione, si prende CURA di VOI.

In sostanza, ENTRA IN CONTATTO CON LA VOSTRA VERA ESSENZA, attraverso la VOSTRA VOCE.

Quindi USIAMO solo e soltanto LA NOSTRA VOCE per raccontare agli altri CHI SIAMO, cosa sogniamo, cosa CI PIACE, cosa CI FA SOFFRIRE, cosa ci DA’ ANSIA ma anche cosa CI RIEMPIE DI GIOIA, cosa CI FA STARE BENE… Oltretutto perdiamo molto meno tempo, facendo così… anche se uno è velocissimo alla tastiera, non riuscirà MAI a farlo abbastanza della nostra VOCE. Quindi, siccome il TEMPO è il BENE PIU’ PREZIOSO, non SPRECHIAMOLO, vi prego.

USANDO LA NOSTRA VOCE CREIAMO EMPATIA, RELAZIONI INTERPERSONALI, CI SENTIAMO PARTE DI UN GRUPPO, in due parole

RESTIAMO UMANI!